Approfondimenti — ceramica raku RSS



"CERAMICA RAKU, LE ORIGINI"

In questo approfondimento sulla ceramica raku, vi propongo un bel articolo del maestro Roberto Aiudi, da cui ho appreso le tecniche del raku durante una serie di workshop da lui tenuti.  Si potrebbe dire che l'origine della ceramica raku provenga dalla creazione di un'unica tazza per la cerimonia del thè. Chòjirò, che rappresentava la prima generazione della famiglia Raku durante il periodo Momoyama (1573– 1615), conobbe il maestro buddista Sen No Rikyu ed iniziò a creare tazze per la cerimonia del thè (chanoyu). Le tazze inizialmente erano chiamate Ima– Yaki, letteralmnte “oggetti di adesso”, oggetti prodotti in un tempo presente. In seguito le tazze furono ribattezzate Yuraku– Jaki cioè “cotto adesso”, solo successivamente furono denominate raku. Il termine raku significa...

Continue reading



LA TECNICA RAKU

“gioisci di quello che fai” Ecco lo spirito del raku! Anche se estenderei il concetto a tutte le forme d'espressione artistica.Le mie creazioni nascono completamente nel mio laboratorio,ogni pezzo è unico e irripetibile.Gli oggetti modellati con argilla semirefrattaria, dopo essiccazione, vengono sottoposti ad una prima cottura in forno elettrico; successivamente alla decorazione con smalti e cristalline realizzati in laboratorio secondo ricette artigianali, vengono cotti una seconda volta in un forno a gas. Alla temperatura di 930°C circa vengono estratti e sottoposti ad un processo di ossido riduzione coprendoli con segatura di legno o chiudendoli in un contenitore con foglie o paglia, affinché si crei un'atmosfera riducente.  Questo crea negli oggetti effetti craquele' nelle cristalline ed effetti metallici rame o argento negli smalti,...

Continue reading